Relatori

David Albury

co-presidente, The Innovation United Limited

David Albury è un consulente indipendente specializzato nello sviluppo e implementazione di strategie per risolvere problemi complessi nei servizi pubblici. Dal 2002 al 2005 è stato consigliere capo dell’Ufficio strategico del primo ministro. Attualmente, il lavoro di Albury si concentra sulla trasformazione e sull’innovazione dei servizi pubblici. Albury ha collaborato con organizzazioni locali, nazionali e internazionali su vari aspetti dei servizi pubblici e ha formato manager, direttori e unità. Prima di lavorare come consulente, ha dedicato una decina di anni alla ricerca accademica concentrandosi principalmente sull’innovazione tecnologica, lo sviluppo organizzativo e i cambiamenti culturali. Albury è stato anche a capo di diversi uffici strategici dell’amministrazione accademica dedicati alla strategia aziendale, alle partnership regionali, allo sviluppo didattico, ai sistemi informativi e alla rigenerazione urbana. David Albury collabora con manager di primo piano, professionisti, funzionari pubblici e ministri in dipartimenti, agenzie e organizzazioni del servizio pubblico. Albury ha risanato organizzazioni in via di fallimento operanti nella sanità, nell’istruzione e nei governi locali oltre ad aiutare organizzazioni leader a varcare nuove frontiere. Nel 2008, è stato consulente di Lord Darzi e del Dipartimento della Sanità su future, innovazione e leadership per la Next Stage Review della NHS. Albury è Co-fondatore della Innovation Unit, Associato della Nesta Public Service Innovation Lab, professore di Innovazione alla King’s College London, membro del DIUS Public Sector Steering Group, consulente senior alla Capgemini e Associato della Demos.

 

Andrea Baranes

Fondazione Culturale Responsabilità Etica

Andrea Baranes lavora come responsabile delle campagne su istituzioni finanziarie private per la CRBM. Collabora con la fondazione Culturale Responsabilità Etica, gruppo Banca Etica, per ricerche e studi sui temi della finanza e dell’economia. E’ stato segretario della campagna italiana sul Wto “questo mondo non è in vendita” fino alla Conferenza Ministeriale di Cancun, nel 2003. E’ autore di diverse pubblicazioni relative ai temi della finanza e del commercio internazionali, quali “Responsabilità e Finanza – guida alle iniziative in campo socio-ambientale per gli istituti di credito e le imprese finanziarie”; “Perchè il mondo ha bisogno di tasse globali”; e “Il mondo è di tutti – I Beni Pubblici Globali e il loro finanziamento”. Collabora con diverse riviste specializzate nel settore economico e della sostenibilità, quali “Valori” e “Altreconomia”. E' direttore del sito di informazione “Osservatorio Finanza”. E’ attualmente membro del Consiglio Direttivo della rete internazionale della società civile BankTrack, e, in Italia, dell’associazione Attac. E' membro del Comitato Etico di Etica Sgr, società di gestione del risparmio del gruppo Banca Etica.

 

Johnstone Baguma

-

Mr. Baguma studied Computer Science & Information Technology at Makerere University Kampala. He is the founder & Executive Director, Toro Development Network (ToroDev) since June 2006. ToroDev is a community based NGO that promotes the access and strategic use of ICT for Development (ICT4D) tools through Entrepreneurship & Innovation in the Rwenzori Region of Western Uganda. ToroDev’s main strategic themes include; ICT Policy Research & Advocacy, ICTEnabled Business Incubation Initiative and Integrated Software Systems Consultancy Services. He also serves as the Project Leader, GenARDIS III “ Increasing Small‐Scale Women Farmers Revenues through ICT4D‐Enabled Production and Marketing Tools in Kabarole and Kyenjojo Districts of Western Uganda” that is funded by CTA, HIVOS, IDRC and APC under the Women’s Network. Mr. Baguma is a co‐founder & Chairman, Kabarole Information Centre (KIC) an ICT4D Research, Training & Resource Centre located in Fort Portal Municipality, Western Uganda. It was launched by the Minister of ICT, Republic of Uganda, in November 2008 as a growing Training & Research Think Tank for sustainable socio‐economic development of Social Entrepreneurs in the Rwenzori Region of Western Uganda. The key beneficiaries of the centre that ToroDev focuses on are the young people, especially fresh graduates from all Ugandan Universities, tertiary institutions of learning, vocational and high school leavers, empower them to transform the theoretical knowledge they possess and employ themselves in the private sector that accounts for 75% of Uganda’s National GDP. Since May 2009, Mr. Baguma has been serving as Chairman, Multi‐Stakeholders’ Committee for the establishment of the “Agricultural Production & Market Information Sharing System” an e‐Project that is being developed in partnership with SNV‐The Netherlands Development Organization, Rwenzori Portfolio, InfoTrade (FIT) Uganda, Google SMS and MTN‐Uganda. He’s been also a member of Itrainers, an Anglophone group of ICT for Development Practioners involved in promoting training and institutional capacity building to use Web 2.0 Tools in East and Southern Africa since December 2007. In partnership with the International Institute for Communication Development (IICD), Association for Progressive Communication (APC) and the East Africa Centre for Open Source Software (EACOSS). Mr. Baguma is also a partner with the African Virtual Open Source Initiative & Resources (AVOIR), at the Faculty of Computing & Information Technology, Makerere University Kampala, Uganda National Coordinating Centre January 2008.

 

Paolo Boccardelli

professore associato di Economia e gestione delle imprese e Strategia d'impresa, Facoltà di Economia Università LUISS di Roma

Professore Associato di Marketing presso la Facoltà di Economia della Luiss Guido Carli. Coordinatore dell’Area Management della Divisione Luiss Management.Responsabile del “Measurement Framework” e project manager per Luiss Management nell’ambito dello studio “Economics of eGovernment” realizzato per l’Unione Europea DG Information Society and MediaCoordinatore e membro del gruppo di lavoro per il progetto “POLIDEMACO Sviluppo ed applicazione di un modello di simulazione per decisioni strategiche in ambito energetico” Docente di Teoria delle Organizzazioni (modulo di Project Management) nel Corso Superiore di Stato Maggiore Interforze e Master in Studi Internazionali Strategico - Militari. Dal 2003 Expert of international standing dall’Australian Research Council, Sydney – Australia. Dal 2001 Responsabile del progetto di sviluppo dell’Osservatorio sul Mobile Internet promosso da Luiss Guido Carli Scuola di Management, Ansa, Autodesk, Ericsson Telecomunicazioni, Eurisko, TIM, Tin e Wind Telecomunicazioni e coordinatore della attività di ricerca.

 

Carlo Borgomeo

responsabile del Dipartimento Economico di Confcooperative

Esperto di politiche attive del lavoro e di sviluppo di PMI. Ha maturato una lunga esperienza nella gestione di aziende ed organizzazioni complesse anche per gli aspetti relativi ai rapporti con la Pubblica Amministrazione. Esperto in materia di sviluppo locale e politiche per il Mezzogiorno, ha progettato e gestito gli interventi dell’imprenditorialità giovanile e per l’autoimpiego (prestito d’onore), strumenti che hanno fatto registrare risultati ampiamente positivi, tali da meritarne la segnalazione come best practice a livello comunitario. Docente di economia aziendale presso varie Università, già Direttore di Ricerca al Censis nell’area lavoro e libere professioni, è stato Presidente del Comitato della legge 44/86. Presidente della Società per l’Imprenditorialità Giovanile (I.G. S.p.A.). Successivamente è stato Amministratore Delegato di Sviluppo Italia S.p.A. Vicepresidente del Programma LEED dell’OCSE. È stato consigliere di Amministrazione di Italia Lavoro S.p.A.; Capo della Segreteria Tecnica del Ministro per gli interventi straordinari nel Mezzogiorno; Consulente dei Ministri per il Mezzogiorno per le materie dell’occupazione e della promozione delle forme di lavoro autogestito; Consigliere di Amministrazione dell’ISFOL. Amministratore delegato dal 2002 al 2007 della Bagnoli Futura S.p.A. la cui missione è la trasformazione e la valorizzazione del sito ex – ILVA di Bagnoli, Napoli. Pubblicista dal 1973, ha pubblicato numerosi articoli e saggi.

 

Mario Bortolotti

direttore del Consorzio Copalc Bologna s.c.a r.l.

Perito industriale, capo tecnico con specializzazione in meccanica, ha lavorato in qualità di Progettista Disegnatore meccanico in impiantistica di trasporto, di responsabile di commessa, di responsabile dell'Ufficio Tecnico e progettazione, responsabile della sezione impianti all'estero con avvio di attività in loco e capo commessa. E' direttore del Consorzio Copalc Bologna s.c. a r.l. Presidente del CIDES s.c.a r.l. Centro Internazionale dell'Economia Sociale - Consorzio di Cooperative sociali di Bologna. Presidente della Centro Servizi MCL s.r.l. Società di erogazione di servizi alla persona. E' vice presidente del Consorzio Nazionale Casa Qualità. E' consigliere e membro del Direttivo Unione Provinciale Cooperative di Bologna. E' presidente di Federabitazione Regionale Emilia Romagna. Fa parte del consiglio di amministrazione di Aemil Banca.

 

Luigi Chiari

amministratore delegato di Gruppo Fraternità e di altre cooperative sociali appartenenti al consorzio.

Nato a Travagliato (BS) il 21 gennaio 1965, è sposato con tre figlie. Dopo aver conseguito il diploma di perito agrario ha intrapreso l'esperienza di servizio civile, durata 20 mesi dal 1984 al 1986, vissuta all'interno della cooperativa Fraternità, impegnata in attività di manutenzione del verde. A partire dall'incontro con la cooperazione di solidarietà sociale vocazione personale e percorso professionale si intrecciano. Il percorso nel sistema cooperativo comincia inizialmente in qualità di operatore per l'inserimento lavorativo, in un secondo momento in qualità di addetto commerciale, di responsabile dell'ufficio tecnico, fino a divenire nel 1989 di responsabile dell'organizzazione complessiva della cooperativa. Dal 1989 inizia una notevole crescita della cooperativa sia in termini di fatturato e di occupazione sia in termini di sviluppo di nuove attività imprenditoriali. Da questa prima cooperativa ha avuto avvio lo sviluppo e la costituzione, in venti anni, di ventuno nuove società che operano nei più svariati settori. A partire dal 1991 ha avuto inizio l'esperienza di consigliere di amministrazione di cooperativa, quasi immediatamente in qualità di amministratore delegato o di presidente. Da quell'anno l'impegno professionale nel mondo della cooperazione è di tipo direttivo e strategico, teso allo sviluppo di nuove esperienze e di nuove realtà, all'insegna di una continua innovazione. Il contesto e le circostanze consentono fin da subito il fiorire e il susseguirsi di opportunità di innovazione. La cooperativa sociale si caratterizza sempre più come lo strumento imprenditoriale efficiente ed efficace per lo sviluppo della solidarietà sociale. A partire dal 2001 l'impegno nell'ambito della cooperazione sociale assume una valenza provinciale e ricopre, per due mandati, l'incarico di presidente del consorzio provinciale Sol.Co Brescia. Ha rivestito e riveste un ruolo significativo all'interno del movimento cooperativo bresciano di Confcooperative, sia nel settore della solidarietà sociale sa nel consiglio di presidenza. E' membro del consiglio regionale di Federsolidarietà Lombardia. E' stato impegnato nell'ideazione e nella realizzazione del "modello di gruppo cooperativo" Fraternità, della gestione finanziaria e strategica delle cooperative socie, dell'ideazione e dell'elaborazione di piani pluriennali di sviluppo. Nel corso degli anni ha affrontato e gestito, in qualità di consulente ed esperto del settore, importanti crisi aziendale di cooperative sociali bresciane. Attualmente ricopre l'incarico di amministratore delegato di Gruppo Fraternità e di altre cooperative sociali appartenenti al consorzio.

 

John Davies

vice presidente Intel per il programma "World Ahead"

John E. Davies, vice presidente della Intel World Ahead Program per la Intel Corporation, è responsabile per la diffusione delle piattaforme Intel attraverso soluzioni, modelli di utilizzo innovativi e l’ecosystem scaling. Il suo obiettivo è diffondere i benefici della tecnologia Intel ad un ulteriore miliardo di persone lavorando con l’industria, i governi e le agenzie di sviluppo. Davies lavora in Intel dal 1978, quando fu assunto in qualità di Reliability/QA Manager. Nel corso di 27 anni, Davies ha operato in diversi settori (ingegneria, produzione) e con diverse mansioni (Marketing Manager per i prodotti automobilistici in Europa e Marketing Manager per i clienti strategici). Inoltre, Davies è stato Direttore del Marketing per il Mobile Computing Group e Vice-presidente e Direttore del Marketing per il Consumer Desktop Products Group. A fine anni novanta, Davies ha coperto la carica di vice presidente e direttore generale della Intel Asia Pacific a Hong Kong. Prima di lavorare in Intel, Davies è stato ricercatore all’IBM e ingegnere con la Philips UK. John Davies è laureato in Chimica e ha un Ph.D in Fisica degli stati solidi ottenuto dall’Imperial College, London University. Nelle corso delle attività alla Intel, Davies ha ricevuto due riconoscimenti prestigiosi, gli Individual Achievement Awards: nel 1986, per avere radicato la Intel nel mercato automobilistico europeo e, nel 1992, per la diffusione dell’architettura mobile computing Intel sul mercato giapponese.

 

Tullio De Mauro

presidente della Fondazione Mondo Digitale, già ministro dell'istruzione

Dal 2001 è presidente del Consorzio Gioventù Digitale ora Fondazione. È professore ordinario di Linguistica generale nella Facoltà di Scienze Umanistiche dell’Università di Roma “La Sapienza”. Ha ricoperto diversi incarichi universitari, ha tenuto conferenze e seminari in atenei di vari paesi. È stato relatore in sedute plenarie in numerosi congressi internazionali. Ha svolto e pubblicato ricerche di linguistica indoeuropea, storia linguistica italiana, semantica e lessicologia, sintassi greca, storia delle idee e ricerche linguistiche, filosofia del linguaggio, educazione linguistica, problemi della scuola. Da vari anni si occupa di teoria e analisi della comprensione del linguaggio, con ricerche e sperimentazioni anche pratico-applicative. Ha ricoperto numerosi incarichi istituzionali. In particolare, dal 26 aprile 2000 al 12 giugno 2001, è stato ministro della Pubblica Istruzione. Dal luglio 2001 al febbraio 2005 è stato delegato del Sindaco di Roma per i rapporti con le università della città. Nel 1995 (presidente del consiglio Lamberto Dini) è stato nominato dal Presidente della Repubblica Grande Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana. Nel 2001 (presidente del consiglio Silvio Berlusconi) è stato nominato dal Presidente della Repubblica Cavaliere di Gran Croce al Merito della Repubblica Italiana.

 

Massimo Egidi

rettore Università LUISS di Roma

Dal 1987 al 2005 è stato professore di Economia politica presso la Facoltà di Economia e Commercio dell’Università di Trento, in cui è stato anche Direttore del Dipartimento di Economia (1989-1995). Dal 1996 al 2004 è stato Rettore dell’Università di Trento e, nell’ultimo biennio, membro dell’Ufficio di Presidenza della CRUI con delega ai Rapporti con l’Unione Europea e rappresentante presso l’EUA (European University Association), con delega ai Rapporti tra ricerca e industria. Dal novembre 2005 è professore all’Università LUISS Guido Carli, di cui è attualmente Rettore. Nell’ultimo decennio è stato ospite di varie Università e centri di ricerca, tra cui Ecole Politecnique (Parigi), Ecole Normale Superieure (Cachan, Paris), il Santa Fe Institute (USA), University of California at Berkeley, (USA), lo IIASA, Laxenburg, (Austria).E’ Co-Direttore, con Axel Leijonhufvud, del Laboratorio di Economia Sperimentale e Computazionale (CEEL, Trento). E’ membro fondatore e consigliere di amministrazione di Campus Europae-European University Foundation, Luxembourg, e membo fondatore dell’Università Italo Tedesca, di cui è attualmente Direttore. Inoltre è membro del Comitato scientifico dell’ESNIE - European School on New Institutional Economics, Université de Paris X, della Società Italiana degli Economisti, dell’European Economic Society, dell’European Association of Evolutionary Economics del Dottorato in Economics a SciencePo (Parigi) E’ associated editor di alcune riviste italiane e straniere, tra cui Industrial and Corporate Change, European Journal of Economic and Social Systems, Mind and Society. Referee di diverse riviste, tra cui: Economia politica, Journal of Evolutionary Economics, Journal of Economic Behaviour and Organization, Manchester Journal e inoltre Referee di programmi e progetti per il MIUR, per il CNVSU e per il CIVR. E’ autore di oltre 50 pubblicazioni scientifiche su argomenti di economia sperimentale e cognitiva, teoria dell’organizzazione e dell’apprendimento organizzativo, teoria delle decisioni a razionalità limitata.

 

Luca Falasconi

ricercatore politiche di sviluppo rurarli ed agrigole, Facoltà di Agricultura, Università di Bologna

Luca Falasconi, ricercatore, analizza le politiche di sviluppo rurali ed agricole alla Facoltà di Agricoltura dell’Università di Bologna. Inoltre, è membro del Consiglio accademico del Programma di Dottorato in Cooperazione internazionale e politiche di sviluppo sostenibile, un programma gestito in collaborazione con la Commissione europea, Unece e altre università. Falasconi è laureato (Ph.d) in Economia dei sistemi agro-alimentari del bacino mediterraneo (Università di Parma, 2004). Attualmente è presidente della Cooperativa Carpe Cibum, amministratore della cooperativa e coordinatore dei Progetti “Last Minute Market” per il recupero di prodotti alimentari e farmaceutici invenduti.

 

Giovanni Fiori

professore ordinario di Economia Aziendale presso l’Università LUISS di Roma.

E’ nato a Padova il 15.12.1961. Dal 2000 è professore ordinario di Economia Aziendale presso l’Università “LUISS - Guido Carli” di Roma. Presso la stessa Università è docente di Performance Measurement e componente del Nucleo di Valutazione. Insegna anche presso il Master in Business Administration della Scuola di Management nei corsi di Contabilità Aziendale e Operazioni di Finanza Straordinaria (Valutazioni di aziende, Fusioni e Scorpori). E’ membro della Società Italiana di Storia della Ragioneria, dell'Accademia Italiana di Economia Aziendale, della European Accounting Association e della European Corporate Governance Institute (ECGI). E’ Sindaco Effettivo della Banca d’Italia. E’ commissario straordinario di diverse aziende in amministrazione straordinaria. E’ componente del consiglio di amministrazione dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana “Treccani spa” e della Giunta dell’Unione degli Industriali di Roma. Componente del consiglio direttivo della Ned Community (associazione degli amministratori indipendenti delle società quotate in Borsa). E’ componente del collegio sindacale di diverse società. Opera come curatore e commissario giudiziale in numerose procedure concorsuali. Opera come consulente tecnico o di parte in numerose cause civili e penali ed in alcuni arbitrati. E’ autore di numerose pubblicazioni.

 

Raymond Horton

direttore del Programma di Imprenditoria Sociale della Columbia University

Direttore del Programma di Imprenditoria Sociale della Columbia University Horton, laureato in giurisprudenza e scienze politiche, insegna Economia politica moderna. Membro della Columbia Business School sin dal 1970, Horton è stato Direttore esecutivo della Commissione temporanea per le Finanze cittadine di New York durante la crisi fiscale della città. Inoltre, per 15 anni ha ricoperto le cariche di direttore di ricerca e presidente della Commissione di bilancio pubblica. Le sue pubblicazioni in tema di finanza municipale includono 14 libri, diversi articoli e studi. Nel 1983 Horton ha fondato il Programma di Gestione pubblica e non profit della Columbia Business School. Nel 1998 il programma è diventato il Programma di Imprenditoria sociale che Horton ha diretto fino al 2009. Nel 2009 è diventato direttore dei docenti per i programmi di imprenditoria sociale della Divisione istruzione esecutiva della scuola. Gestisce i programmi per il Center for Curatorial Leadership e la King Khalid Foundation.

 

Rod Lohin

direttore del'AIC Centre for Corporate Citizenship, Università di Toronto

Rod Lohin è direttore esecutivo dell’AIC Institute for Corporate Citizenship alla Joseph L. Rotman School of Management dell’Università di Toronto. Lohin coordina la ricerca e gestisce i contributi a fondo perduto e le iniziative dell’AIC per gli imprenditori e gli studenti del Corso MBA, che include un corso di strategia sulla responsabilità sociale d’impresa. Lohin è autore di saggi ed articoli e spesso è invitato a presentazioni sulla responsabilità sociale d’impresa. La ricerca e gli strumenti sviluppati dall’AIC sono utilizzati in progetti di consulenza con aziende leader come al RBC Financial Group (la principale banca canadese) e Research in Motion (creatori del Blackberry). In precedenza, Rod Lohin è stato direttore per la responsabilità sociale d’impresa alla Manifest Communications con un marche importanti quali Ericsson, Hewlett-Packard, Kellogg e Sears. E’ stato anche direttore delle partnership e dei progetti per la United Way of Greater Toronto, dopo avere iniziato la propria carriera come consulente alla Patterson Kirk Wallace.

 

Luigi Mariano

docente di relazioni istituzionali e responsabilità sociale d’impresa, Università Sapienza di Roma

Laureato in Teologia (Licenza in teologia pastorale,Pontificia Università del Laterano) ed in Filosofia (Università degli studi “G. D'Annunzio,Chieti); master in comunicazione all' Istituto Superiore di Comunicazione di Roma. Insegna “Relazioni istituzionali e responsabilità sociale d' impresa” nella Facoltà di Scienze della comunicazione,Università “La sapienza” di Roma; “Marketing management” presso l' Istituto interdisciplinare di comunicazioni sociali, Pontificia Università Gregoriana. Ha pubblicato: “Responsabilità etica d'impresa: teoria e buone pratiche”, Liguori,Napoli,2008 ; “Etica utile: il guado,dalla crisi economica all'era promessa della responsabilità” Utet università,Novara,2009.

 

Alfonso Molina

professore di Strategie delle tecnologie, Università di Edimburgo e direttore scientifico della Fondazione Mondo Digitale

Alfonso Molina è co-fondatore e Direttore Scientifico della Fondazione Mondo Digitale e Professore di Strategia delle Tecnologie all’Università di Edimburgo (UK). I suoi maggiori interessi di ricerca-azione si focalizzano sulle teorie e le pratiche dell’innovazione, le strategie e la gestione delle tecnologie, ed in particolare, le innovazioni didattiche basate sull’utilizzo dell’ICT e l’innovazione sociale per una società della conoscenza inclusiva. Ha collaborato come consulente e consigliere per diversi direttorati della Comunità Europea ed ha pubblicato libri, paper e rapporti su un’ampia varietà di temi, incluso microprocessori, giornali multimediali, e-commerce per le amministrazioni pubbliche, processi di costituzione di cluster industriali a livello regionale, valutazione di reti di imprese e free/libre e open source software (FLOSS) per l’e-government. Ha anche ideato la strategia originale per il Global Cities Dialogue, inclusa la stesura del testo della Dichiarazione di Helsinki ora firmata da oltre 180 città di tutto il mondo. Il prof. Molina ha lavorato a Roma, Stoccolma ed Edimburgo ed è stato Presidente delle giurie internazionali dello Stockholm Challenge Award e dell’European Citizenship for All Award promosso rispettivamente dal Comune di Stoccolma e dall’associazione Telecities in partnership con Deloitte e Touche. E' Presidente della giuria internazionale del Global Junior Challenge Award, promosso dal Comune di Roma.

 

Eduardo Pérez

lettore e ricercatore Dipartimento di Informatica e sistemistica, Università di Stoccolma

Eduardo Pérez è lettore e ricercatore al Dipartimento di Informatica e sistemistica (DSV) dell’Università di Stoccolma e del Royal Institute of Technology. Inoltre, Pérez fa parte del team che nel 1998 ha realizzato un progetto che usa l’informatica per condividere e distribuire in tempo reale conoscenze da siti ad alta concentrazione di risorse verso aree più carenti. Perez ha sviluppato due modelli concettuali e pratici: il modello pedagogico SHADE (Shared and real-time Distributed Education) e il modello tecnologico INCA (Interactive Networks for Collaborative Action). Entrambi i modelli sono stati utilizzati da governi, aziende, università e ong di tutto il mondo. Pérez ha sviluppato 27 piattaforme tecnologiche per condividere e distribuire l’istruzione, non solo in Svezia, ma anche in Russia, Spagna, Cile e Panama. Le piattaforme sono compatibili con tutte le altre forme di tecnologia per l’istruzione e garantiscono la connettività anche con aree remote con un sviluppo tecnologico e tecnico di base. Le piattaforme di Pérez vengono anche utilizzate dai tre collegi militari della Svezia. Pérez è stato consulente per l’istruzione e docente di informatica in diverse istituzioni governative, tra cui il Governo svedese, il Dipartimento della Difesa svedese, l’Agenzia nazionale per la Ricerca tecnica in Cile, la City of Knowledge a Panama e diverse aziende come le poste svedesi, la televisione svedese, diversi network mobili e altre aziende.

 

Barbara Pilan

coordinatrice del Servizio di Assistenza Domiciliare della Crescere Insieme e responsabile del centro polifunzionale "Luogo della Cura" di C.so Turati 55 a Torino.

E' laureata in Filosofia presso l'Università degli Studi di Torino. Ha cominciato a lavorare nella cooperazione nel 1987 in un servizio di educativa territoriale minori, e successivamente ha curato gli aspetti gestionali e di progettazione dei servizi della cooperativa presso cui allora lavorava. Dal 2000 coordina il Servizio di Assistenza Domiciliare della Crescere Insieme S.C.S. ed è responsabile del centro polifunzionale "Luogo della Cura" che la cooperativa realizza in C.so Turati 55 a Torino. Coerentemente con queste esperienze, ha collaborato a studi di fattibilità - promossi dal movimento cooperativo e dagli Enti Locali - relativi alla progettazione e realizzazione di servizi integrati a sostegno della famiglie che svolgono compiti di cura, con riferimento anche al coinvolgimento e alla formazione delle assistenti familiari.

 

Jay Vincent Plaza

 

Jay Vincent Plaza si laurea in Lingue e Gestione Aziendale alla Notre Dame University in Australia, dove ottiene anche un MBA. Attualmente insegna in un ospedale universitario negli Stati Uniti. Nel 1999, ha cofondato HotCity Wireless. La HotCity Wireless ha installato accessi internet WiFi in 8 regioni delle Filippine e continua ad assistere scuole e comunità in aree disagiate. Una degli ambiziosi obiettivi per il 2010 è la creazione di un centro per l’apprendimento “galleggiante” ad uso di un gruppo tribale che si trova coinvolto in un conflitto che perdura da 40 anni.

 

Lenia Samuel

vice direttore generale DG all'Impiego, affari sociali e pari opportunità, UE

Lenia Samuel è vice direttore DG all’Impiego, Affari sociali e Pari opportunità da giugno 2005. E’ responsabile del Fondo Sociale Europeo, il principale strumento finanziario (con un budget di 76 milioni di euro per il periodo 2007-2013) dell’Unione europea per investire nelle persone. In precedenza, la Samuel ha lavorato nel servizio civile Cipriota dove, tra l’altro, ha ricoperto il ruolo di segretario permanente del Ministero del Lavoro e del Welfare. In questo ruolo, la Samuel ha coordinato e monitorato l’accesso di Cipro all’Unione europea nei settori riguardanti: diritto del lavoro, pari opportunità, non-discriminazione, condizioni di lavoro e sanità. Lenia Samuel ha una vasta esperienza nei settori delle politiche d’impiego e sociali.

 

Chetan Sharma

fondatore e segretario della Datamation Foundation, India

Chetan Sharma è fondatore e amministratore delegato del gruppo Datamation, una delle prime e più rinomate aziende indiane operanti nel settore del Knowledge Management e dell’Information Technology Enabled Services (ITES). L’azienda ha più di 3500 dipendenti a tempo pieno provenienti principalmente da comunità povere ed emarginate. Infatti, la missione della Datamation è permettere ai più deboli e specialmente alle donne e ai giovani di vivere dignitosamente, acquisendo le competenze necessarie. Sharma è anche fondatore della Datamation Foundation Trust www.datamationfoundation.org: un’organizzazione non profit che ha ricevuto per due anni consecutivi (2004 e 2005) il Premio nazionale di E-governance "Silver Icon" per la leadership dimostrata e i successi ottenuti nel campo dell’ICT, un riconoscimento che non viene assegnato spesso ad iniziative non governative (www.darpg.nic.in/awards2004.asp) Chetan Sharma è laureato in gestione aziendale, applicazioni informatiche e welfare sociale. Gestisce attività di ricerca a livello nazionale e internazionale su tematiche che includono: sviluppo rurale, istruzione, sanità, infrastrutture urbane, turismo, e-governance e pari opportunità. Sharma ha coordinato attività di monitoraggio e valutazione di progetti internazionali in Sri Lanka, Europa dell’Est e Africa. Sharma opera per migliorare le condizioni di vita, le competenze, l’istruzione primaria e la sanità delle fasce di popolazione più disagiate in India, l’Asia del Sud e alcuni Paesi africani. Alcune di queste iniziative sono state recentemente riconosciute a livello mondiale, tra cui: la Global Knowledge Partnership (www.globalknowledge.org) e l’International Gender and ICT Award presentata al World Summit on Information Society (WSIS). Sharma collabora con le Nazioni Unite, imprese private e iniziative incentrate su temi riguardanti tecnologia, sanità, pari opportunità, istruzione e riduzione della povertà. Sharma è membro del Comitato nazionale per l’E-government del Ministero delle Comunicazioni e Tecnologia Informatica del Governo indiano, membro della task force nazionale per lo Sviluppo delle risorse umane del Governo indiano per il monitoraggio e la valutazione dell’istruzione elementare, membro del Comitato nazionale CII per l’istruzione, membro del Consiglio operativo dell’India Country Development Gateway, un progetto della Banca Mondiale e del Governo indiano, e membro del Centro per le politiche pubbliche dell’Indian Institute of Management (IIM) di Bangalore.

 

Mirjam Schoning

responsabile e direttore senior della Schwab Foundation for Social Entrepreneurship

Mirjam Schöning coordina le operazioni della Fondazione Schwab per l’imprenditoria sociale per garantire la selezione dei miglior imprenditori sociali e fornire una piattaforma unica per interagire con i decisori regionali e industriali. La Schöning è direttamente responsabile per le attività della Fondazione in America Latina ed Europa. Mirjam Schöning è entrata nella Fondazione Schwab sin dalla sua creazione, nell’agosto del 2000. Schöning ha conseguito un Master in Gestione pubblica alla Harvard Kennedy School. In precedenza, ha lavorato come consulente per la Bain&Company in Germania (1996-1998). Inoltre, Schöning ha analizzato le strategie di prestito verso il settore sociale nell’America Latina meridionale per la Banca Mondiale, Washington D.C. (1999) ed ha analizzato gli investimenti della Shell Scandinavia (1994-1995). Mirjam Schöning ha conseguito un Master in Gestione Imprenditoriale dall’Università di St. Gallen (Svizzera) ed ha studiato all’ESADE in Spagna e alla Stockholm School of Economics (Svezia). Le sue principali aree di expertise includono l’imprenditoria sociale, la micro-finanza e gli investimenti sociali.

 

Alfredo Somoza

dirigente Associazione Italiana Turismo Responsabile (AITR)

E’ antropologo specializzato in americanistica. E’ stato rappresentante della Lega per i Diritti dei Popoli presso il Working Group on Indigenous Affairs delle Nazioni Unite (Ginevra, 1988-1989). Ha partecipato a ricerche sui servizi psichiatrici italiani (Ist. Mario Negri, Milano), sul narcotraffico internazionale (CESPI-Prov. di Milano), sulla stampa turistica italiana e spagnola (ICEI-AIETI-Unione Europea), sul posizionamento nel mercato turistico delle Isole eolie ICEI-Sicilia-Turismo-Comune di Lipari. Libero docente, ha realizzato negli ultimi 20 anni oltre 400 interventi in università, scuole medie inferiori e superiori, corsi di 150 ore, corsi di aggiornamento di docenti e di formazione professionale, convegni nazionali ed internazionali. E’ membro del Comitato esecutivo della federazione di ong di sviluppo COCIS e del Consiglio Nazionale dell’Associazione delle ong italiane. E’ stato Presidente-Fondatore dell’Associazione Italiana Turismo Responsabile (AITR) per due mandati, della quale rimane dirigente e Responsabile del settore “Turismo e lotta alla povertà”. E’ Membro del Board dei Membri Affiliati dell’UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo-ONU). E’ Membro del Comitato Tecnico-Scientifico dell’ENIT (Ente Nazionale Italiano del Turismo). E’ Presidente dell’ONG di cooperazione allo sviluppo e Centro Studi “ICEI” (Istituto di Cooperazione Economica Internazionale, Milano) Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia dal 1987. Conduttore di programmi radiofonici e televisivi in Italia e Svizzera su: politica internazionale, rapporti Nord-Sud, narcotraffico, ambiente, minoranze etniche/indigeni, storia/geografia, turismo, consumo etico, ecc. Ha scritto diversi manuali di Geografia per la scuola media inferiore e per il triennio degli ITC. Ha pubblicato saggi ed articoli su oltre 40 testate italiane, latinoamericane ed europee.

 

Tonya Surman

fondatore e Direttore del Centro per l’Innovazione Sociale di Toronto

Tonya Surman è fondatrice e direttore esecutivo del Centre for Social Innovation (CSI), un’area di convergenza dinamica la cui missione è attivare, connettere e sostenere nuove idee per migliorare il mondo. Il CSI ospita 150 gruppi sociali, opera come centro comunitario per gli innovatori sociali e fornisce gli uffici a diversi progetti incubati (www.socialinnovation.ca). La Surman è anche fondatrice e direttore delle partnership per il Canadian Partnership for Children's Health and Environment (www.healthyenvironmentforkids.ca), che ha portato ad un nuovo quadro legislativo per la gestione dei prodotti chimici e la messa al bando del bisfenolo nei biberon. In precedenza, è stata senior partner del Commons Group (www.commons.ca), la fondatrice e business manager di www.rabble.ca e direttore esecutivo per la Web Networks (www.web.net). Tonya Surman crea e gestisce imprese sociali dal 1994 ed è esperta di collaborazione multi-settoriale e imprenditoria sociale.

 

Julia Pieruzzi Tirelli

-

National Director of CDI Uruguay – Member of CDI International Network Board Professor Julia Pieruzzi Tirelli is Specialist in Education and New Technologies. Since 1984 has being working under the guide of Professor Seymour Papert (Epistemology and Learning Group – MIT Media Lab). She considers that it was there, and with such a mentor, where she learned how to learn. Her lifelong concern has been to promote social justice. Since she is an educator, her main efforts to achieve this goal has been to ensure equal opportunities to everyone in gaining access to knowledge. She is convinced that, for being successful at this purpose, the best tools must be used in education. Nowadays, the more efficient way to make it happen is trough Internet. Pioneer in the introduction of computers in schools, in curriculum design for teachers and educational uses of Internet. Eager to spread that ideas she teaches and gives lectures in Educational Uses of New Technologies at various universities and international forums. Also she had contributed at some collaborative books and collaborates as a columnist with several magazines. Her best memories in fostering the use of New Technologies in education are her deep involvement at the projects “Digital Nations” and “Junnior Summit”, leaded by Nicholas Negroponte at the MIT Media Lab. Currently, she is collaborating with CEIBAL Plan, the Uruguayan chapter of OLPC (One Laptop Per Child).

 

on. Adolfo Urso

vice ministro allo Sviluppo economico

Adolfo Urso, 51 anni, padre di due figli (Pietro, 27 anni, e Dario, 25 anni), è Sottosegretario allo Sviluppo economico. Parlamentare dal 1994, è stato portavoce nazionale di An. Nato a Padova, risiede a Roma da venticinque anni, si è laureato in Sociologia con 110 e lode all'Università La Sapienza, giornalista dal 1981, prima al Secolo d'Italia, poi, nel 1991-92 vice direttore del quotidiano Roma, nel 1993-1994 è capo redattore di Italia settimanale. Dirige la rivista Charta Minuta, mensile della Fondazione politico-culturale Farefuturo, di cui è Segretario generale, ed è stato il fondatore della fondazione Osservatorio parlamentare, considerata la "casa della cultura" del centrodestra. E' stato anche direttore del mensile Proposta nazionale e del periodico Morbillo, collaboratore del mensile Mass Media, è autore di saggi e libri, tra cui “Euroglobal” (2003). Impegnato da giovanissimo nel Fronte della Gioventù, l'organizzazione giovanile del Msi, ha collaborato con Fini sin dal 1977; da sempre convinto della necessità di modernizzare la Destra, è stato tra i principali promotori di An. Ha assunto l'incarico di coordinatore nazionale del Comitato promotore di Alleanza nazionale dal novembre 1992. E' stato membro dell'Assemblea nazionale costituente della nuova formazione politica, tenutasi il 22 gennaio 1994; ha introdotto i lavori come segretario generale dell'assemblea. Attualmente è componente dell'esecutivo politico nazionale del partito. Nella XII legislatura ha fatto parte della IX Commissione permanente trasporti, poste e telecomunicazioni, della Commissione speciale per le politiche comunitarie e della Commissione parlamentare d'inchiesta sulla mafia. Nella XIII legislatura fa parte della IX Commissione permanente Trasporti, poste e telecomunicazioni e della Commissione di vigilanza Rai. Alle elezioni politiche del 1994, è stato eletto nel collegio 23 della XV circoscrizione Lazio 1, con 40.072 voti, pari al 47,6 per cento, nelle liste collegate di Forza Italia, Alleanza nazionale. Alle elezioni politiche del 1996 è stato eletto come capolista di Alleanza Nazionale nel Lazio con 220.800 voti, pari al 23,5 per cento. Alle elezioni politiche del 2001 è stato eletto nella lista di Alleanza nazionale nella circoscrizione Veneto e Lazio. Nel 2001 ha assunto l’incarico di Vice Ministro per le Attività Produttive con delega al Commercio Estero del governo Berlusconi. Alle elezioni politiche del 2006, eletto nella lista di Alleanza nazionale per il Veneto, è stato riconfermato alla Camera e ha fatto parte della Commissione Attività produttive, Commercio e Turismo della XV legislatura. Nella XVI legislatura è stato eletto deputato e dal 12 maggio 2008 ricopre l'incarico di Sottosegretario allo Sviluppo Economico. Dal 26 giugno 2009 è Vice Ministro allo Sviluppo Economico con delega al Commercio Estero.

 

John Vassallo

vice presidente degli Affari UE per la Microsoft

John Vassallo è Vice-Presidente Microsoft per l’Unione europea e Consulente Legale Associato per l’azienda. Vassallo dirige il dipartimento Microsoft Aziende ed il Regolatorio UE. Vassallo ha l’obiettivo di sviluppare il dialogo dell’azienda con la comunità politica e regolatoria dell’Unione europea. Vassallo è anche segretario della AmCham EU, l’organizzazione di Bruxelles che rappresenta 140 aziende statunitensi nelle istituzioni e nei governi europei. Dal 1993 al 1997 Vassallo è stato Ambasciatore di Malta presso l’Unione europea, la Partnership Nato per la Pace ed il Belgio, dove ha negoziato la tabella di Marcia per l’accesso di Malta all’Unione Europea ed alla NATO Partnership for Peace. In seguito, Vassallo è diventato Consulente legale senior e Direttore dell’Ufficio UE a Bruxelles della General Electric sino all’assunzione alla Microsoft nel 2008. Vassallo si è laureato all’Università di Malta nel 1968. In seguito ha conseguito una laurea in giurisprudenza dalla stessa università nel 1973. Ha frequentato nuovi corsi post-laurea in Legge europea ed Economia all’Università di Amsterdam, oltre a conseguire una laurea in giurisprudenza anche dall’Università di Stoccolma. Dopo un anno nello studio legale della famiglia a Malta, nel 1975 entra a far parte della Euroc Corporation a Malmo in Svezia. Rimane nell’azienda per 15 anni passando dallo staff di certificazione a Group Controller della Divisione Siporex. Nel 1984, diventa Manager della Siporex Francia ed è responsabile per la ricostruzione dell’azienda per poi diventare Vice-Presidente e Direttore finanziario ed amministrativo della Dynapac, un’altra divisione del gruppo, nel 1986. Nel 1987 diventa Presidente della Dynapac Concrete. Dal 1991 al 1993 lavora come lobbista e Direttore del Cembureau, l’Associazione Europea per i Cementi a Bruxelles.

 

Andy Westwood

segretario OECD LEED Forum on Social Innovations

Andy Westwood è presidente del Forum sull’Innovazione sociale dell’Ocse e consigliere del Dipartimento delle Comunità e del Governo locale per il Governo britannico. Westwood è stato consigliere speciale del Dipartimento di Innovazione, Università e Competenze del Ministero del Tesoro ed ha collaborato per molti anni allo sviluppo delle politiche per l’istruzione e l’impiego. Inoltre, ha collaborato come consulente con la Leitch Review of Skills e diverse altre organizzazioni tra cui la Work Foundation e il Centre for Economic and Social Inclusion. Westwood è autore di saggi e articoli su diverse tematiche, tra cui la rigenerazione urbana, lo sviluppo economico, il welfare, il lavoro e le politiche municipali. E’ professore di Sviluppo economico locale alla London South Bank University e di Imprenditoria alla University of Buckingham.

 

Alessio Zagaglia

head of Public & Economic Affairs, Ericsson Telecomunicazioni SpA

Alessio Zagaglia è nato il 21 settembre 1971 a Roma, dove vive con la moglie Michaela e la figlia Martina. Laureato con lode in Economia e Commercio presso l’Università La Sapienza di Roma, ha vinto il Premio “Guglielmo Reiss Romoli” come miglior laureato dell’anno. Ha iniziato la sua carriera professionale nel 1996 in Roland Berger & Partner, società di consulenza multinazionale, dove ha lavorato nell’ambito della strategia di direzione aziendale. Ha proseguito il suo percorso professionale prima presso la Selfin S.p.A. del Gruppo IBM (1996) nella direzione Sales & Marketing e successivamente presso il Gruppo Telecom Italia (1997) nella direzione Information Technology. All’inizio del 2002 ha lasciato il Gruppo Telecom Italia ed ha contribuito allo sviluppo sul mercato italiano di CMG Wireless Data Solution, società multinazionale operante nel settore dell’Information Communication Technology, supportandone la successiva fusione con Logica. In LogicaCMG è stato Responsabile commerciale della direzione Pubblica Amministrazione. A marzo del 2003 entra in Ericsson Telecomunicazioni S.p.A. nella funzione Marketing & Strategy come Responsabile Public & Economic Affairs. Nel 2005 è nominato Direttore Public & Economic Affairs, assumendo la responsabilità delle relazioni con le Istituzioni, le Associazioni Industriali e le Authorities nonché degli Affari Regolamentari e della Corporate Responsibility di Ericsson in Italia, con riporto diretto all’Amministratore delegato. Nel 2008 assume la direzione delle attività di Public & Economic Affairs del Gruppo nell’ambito della Market Unit South East Europe. E’ membro del Management Team Ericsson della Market Unit South East Europe e della Country Italy. Collabora con diverse Università ed Istituti di formazione aziendale. E’ membro del Consiglio Direttivo della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa per il Master in Management, Innovazione e Ingegneria dei Servizi e del Consiglio Direttivo e Tecnico Scientifico del Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata. E’ stato titolare del corso “Creazione e sviluppo delle nuove imprese” (2005-2007) presso la Facoltà di Economia della LUISS Guido Carli di Roma. Ricopre la carica di Segretario Generale della Fondazione Lars Magnus Ericsson. E’ stato Consigliere di Amministrazione della Fondazione Ugo Bordoni (2005-2008) e da gennaio 2009 componente del Comitato dei Soci Fondatori. In Confindustria è stato membro del Comitato Tecnico Innovazione e Ricerca (2006-2008), è membro del gruppo di lavoro Comitato Comunicazioni e Sviluppo Banda Larga e in Unione degli Industriali e delle Imprese di Roma è stato componente del Comitato per le Multinazionali (2006-2008).

 

Stefano Zamagni

professore ordinario di Economia Politica all'Università di Bologna e presidente del comitatto scientifico di AICCON

STEFANO ZAMAGNI (Rimini, 1943) è professore ordinario di Economia Politica all'Università di Bologna (Facoltà di Economia) e Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center. Laureato nel 1966 in Economia e Commercio presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore (Milano), dal 1969 al 1973 si è specializzato all'Università di Oxford (UK) presso il Linacre College. Prima di Bologna, ha insegnato all'Università di Parma e dal 1985 fino al 2007 presso l'Università L. Bocconi (Milano). Fra le sue ATTIVITÀ ACCADEMICO-AMMINISTRATIVE, la Vice-presidenza della Società Italiana degli Economisti (1989-92); la Presidenza della Facoltà di Economia dell'Università di Bologna (1993-96); la Direzione del Corso di Master Universitario in Economia della Cooperazione dell'Università di Bologna (dal 1996). Dal 1997 al 2000 è stato Presidente del Corso di Diploma Universitario, oggi Corso di laurea, in Economia delle Imprese Cooperative e delle Organizzazioni Non Profit, istituito presso la Sede di Forlì della Facoltà di Economia dell'Università di Bologna e dal 1997 - sempre in Forlì - è Presidente del Comitato Scientifico di AICCON (Associazione Italiana per la Cultura Cooperativa e delle Organizzazioni Non Profit). E' stato direttore (2002-2008) del Comitato Scientifico della Scuola Superiore di Politiche per la Salute, Università di Bologna. E' presidente (dal 2007) dell'Agenzia per le ONLUS, Milano.

 
Sponsor
Partnership
Media Partner